Europrogettazione, Senza categoria

Piattaforma Europea sulla Mobilità per l’apprendimento

Nel settore dell’Europrogettazione, è importante conoscere tutti gli strumenti che supportano la mobilità internazionale e il programma Erasmus+.

Cosa significa Learning Mobility?

Con Learning Mobility si fa riferimento alle esperienze di mobilità transnazionale intraprese per un periodo di tempo, organizzate consapevolmente per scopi educativi o per acquisire nuove competenze.
La mobilità per l’apprendimento è costituita da una vasta gamma di progetti e attività e può essere attuata in contesti formali o non formali.

European Platform on Learning Mobility

La Piattaforma europea sulla mobilità per l’apprendimento (EPLM) è uno spazio partecipativo aperto allo scambio e cooperazione tra professionisti, ricercatori e responsabili politici. Con “professionisti” la piattaforma indica lo staff del programma, i formatori e i consulenti, i giovani lavoratori e altri moltiplicatori nel campo della gioventù e nel lavoro con i giovani.

La sua missione è quella di impegnarsi nel miglioramento, nella conoscenza, nella visibilità e nel riconoscimento della mobilità per l’apprendimento nel settore della gioventù.

Scopo della Piattaforma

La EMPL si concentra sull’apprendimento non formale con collegamenti all’apprendimento informale e all’istruzione formale.
La Mobility Learning in questo contesto mira ad aumentare la partecipazione, la cittadinanza attiva, l’apprendimento e il dialogo interculturali, lo sviluppo delle competenze individuali e l’occupabilità dei giovani.

La mobilità deve essere intesa come una possibile fonte di esperienze di apprendimento autentiche pertanto diventa importante studiare criticamente i collegamenti tra mobilità dell’apprendimento e costruzione dell’identità.
La piattaforma, nel suo lavoro, considera le politiche e i programmi europei per la mobilità giovanile ed è interessata all’apprendimento della mobilità come un insieme di complessi processi sociali che trasformano le condizioni di crescita in Europa.

Gestione della piattaforma

La Piattaforma è gestita da un gruppo direttivo guida per un periodo di tempo.
I membri del gruppo sono ricercatori, responsabili politici e professionisti che includono:

  • rappresentanti dei giovani e ONG giovanili – tra cui il Forum europeo della gioventù;
  • i politici delle istituzioni europee, i ministeri nazionali dei giovani e le entità regionali, locali;
  • i ricercatori delle università e degli istituti, le agenzie nazionali del programma Erasmus+;
  • la comunità dei formatori;
  • giovani professionisti del lavoro e operatori giovanili;
  • servizi di informazione per i giovani, lavoro sociale e occupazione / istruzione professionale e settori di formazione.

Azioni

La Piattaforma si occupa di:

  • fornire una rete per lo scambio e la cooperazione di ricercatori, responsabili delle politiche e professionisti che si occupano della mobilità per l’apprendimento nell’apprendimento non formale e informale nonché nell’istruzione formale;
  • creare e mantenere una voce collettiva e multiprofessionale nel campo della gioventù – e oltre se rilevante – con la preoccupazione comune della mobilità per l’apprendimento;
  • approfondire la conoscenza e la comprensione legata alla mobilità per l’apprendimento;
  • implementare progetti come conferenze che riuniscono attori nel campo della mobilità per l’apprendimento e sviluppare pubblicazioni.

Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata del Consiglio Europeo.

Per saperne di più su come scrivere un progetto è efficace e diventare esperto nel settore, partecipa ad uno dei corsi di europrogettazione.

share