Europrogettazione

Convenzione di Schengen: tutto ciò da sapere

Nel settore dell’Europrogettazione, è importante conoscere quali sono i diritti e gli accordi che vincolano i Paesi appartenenti all’Unione Europea.

Convenzione di Schengen: cos’è?

La Convenzione di Schengen è un trattato dell’Unione Europea, firmato inizialmente nel 1990 da tre Stati membri quali Benelux, Germania Ovest e Francia, e successivamente anche dall’ Italia , Spagna e Portogallo, Grecia, Austria, Danimarca, Finlandia e Svezia, che regola l’apertura delle frontiere tra i paesi firmatari.
Attualmente, lo spazio Schengen si compone di 26 paesi europei (di cui 22 Stati dell’UE) e rappresenta uno dei diversi vantaggi di cui godono i cittadini Europei.

Libertà e sicurezza per i viaggiatori

Le disposizioni del trattato Schengen aboliscono i controlli alle frontiere interne dell’Unione, rafforzando al contempo i controlli alle frontiere esterne, secondo norme uguali per tutti.

Queste regole riguardano diverse aree:

  • un insieme comune di norme che si applicano sulle persone che attraversano le frontiere esterne dell’UE, compresi i tipi di visti necessari e le modalità di controllo delle frontiere esterne;
  • armonizzazione delle condizioni di ingresso e delle norme sui visti per soggiorni di breve durata (fino a tre mesi);
  • cooperazione rafforzata della polizia (compresi i diritti di sorveglianza transfrontaliera e perseguimento a caldo;
  • una maggiore cooperazione giudiziaria attraverso un sistema di estradizione più rapido e il trasferimento dell’esecuzione delle decisioni penali;
  • istituzione e sviluppo del sistema d’informazione Schengen (SIS).
    Condizioni per aderire alla Convenzione di Schengen

L’adesione allo spazio Schengen non è semplicemente una decisione politica.
I paesi devono soddisfare anche un elenco di pre-condizioni, ad esempio essere preparati e avere la capacità di
:

  • assumersi la responsabilità del controllo delle frontiere esterne per conto degli altri Stati Schengen e del rilascio di visti Schengen uniformi;
  • cooperare efficacemente con le forze dell’ordine di altri Stati Schengen al fine di mantenere un elevato livello di sicurezza una volta aboliti i controlli alle frontiere tra i paesi Schengen;
  • connettersi e utilizzare il SIS.

Per imparare a scrivere un progetto europeo efficace e diventare esperto nel settore, partecipa ad uno dei corsi di europrogettazione.

share