On The Straw Bale Building Road

Descrizione del progetto

Il primo progetto approvato ad uno dei nostri partecipanti grazie al supporto fi Join Accademy

Lo scambio internazionale bilaterale del progetto “On The STRAW BALE BUILDING Road”, tra Italia e Slovenia, si svolgerà in Umbria, Italia.

I 16 partecipanti, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, affronteranno la tematica dell’abitare sostenibile attraverso diverse attività: visite agli edifici in balle di paglia, workshop pratici di costruzioni con materiali naturali, incontri con i professionisiti, momenti di confronto, dibattito e autovalutazione, attività di riflessione collettiva attraverso la scrittura creativa di gruppo.

Lo scambio internazionale si concluderà con un tour tra gli edifici in balle di paglia della zona, guidato dai giovani e aperto alla comunità locale.

L’idea dello scambio, nata in seno al progetto Erasmus+ “BUILDING THE FUTURE“, è quello di dare spazio, tempo e strumenti affinchè i giovani conoscano le risorse del territorio e siano in grado di sviluppare idee e proposte per promuovere e valorizzare le buone pratiche legate all’abitare sostenibile già presenti nelle diverse aree geografiche.

Abbiamo identificato come buone pratiche da approfondire: in Italia le case costruite in balle di paglia e in Slovenia le case tradizionali in terra cruda. Queste tipologie costruttive raccontano di modalità di abitare che siano rispettose degli esseri umani e dell’ambiente poichè sono in grado di utilizzare i materiali locali naturali presenti sul territorio attraverso processi costruttivi inclusivi e partecipati. Conoscere le risorse del territorio e sapere elaborare proposte di promozione delle stesse aumenta sia la partecipazione attiva dei giovani nella tutela e nella difesa del territorio stesso sia la loro possibilità di occupazione o di creazione di lavori legati alla tematica.

Il tour sarà l’esempio di una delle infinite attività che i giovani possono mettere in campo ed offrire ai territori nei quali vivono per creare consapevolezza rispetto allo sviluppo sostenibile e all’utilizzo delle risorse naturali nel campo dell’abitare sostenibile.

Il progetto prevede di lavorare contemporaneamente su:

  • Accrescimento delle conoscenze tecniche in merito al patrimonio edile da raccontare, alle caratteristiche dei materiali sostenibili con i quali sono realizzati questo tipo di edifici, alle modalità costruttive e alle tecniche esistenti attraverso momenti di incontro-confronto e attività pratiche di utilizzo dei materiali naturali;
  • Miglioramento delle capacità di apprendimento e di analisi di se stessi, dei punti di forza personali per capire cosa offrire e in che modo presentarsi, perfezionando la capacità di lavoro in gruppo, la capacità di sintesi e di rielaborazione delle esperienze vissute così da elaborare proposte efficaci e di valore per se stessi e per gli altri.

Tutte le attività del progetto sono basate su metodologie di educazione non formale e informale che promuovano l’inclusione sociale e la parità di genere. Il progetto mira ad avere un impatto sui partecipanti, sulle organizzazioni coinvolte e sui territori dove le organizzazioni agiscono. I partecipanti svilupperanno un set di competenze che permetterà loro di partecipare attivamente alla tutela e alla valorizzazione del territorio, di sviluppare proposte personali, di ampliare le proprie possibilità lavorative; le organizzazioni rafforzeranno la partnership e avranno più idee, strumenti e pratiche per agire e connettersi ai territori dove svolgono le attività principali. I territori riceveranno da questo progetto proposte e attività rivolte alla comunità, ai giovani e alle scuole sull’abitare sostenibile: workshop, tour guidati e altre proposte che arricchiscono l’offerta culturale del territorio e aumentano la consapevolezza riguardo alla tematica dell’abitare sostenibile.

Dicono di noi

Corsi di europrogettazione
5.0
powered by Facebook
Sara Lucietto
Sara Lucietto
2018-03-20T17:10:18+0000
Formatori preparati, metodi di lavoro non formali, interazione tra i partecipanti, parti teoriche e parti pratiche...un corso di tre giorni che da strumenti utili per chi vuole davvero scrivere un progetto erasmus+ per i giovani. Super consigliato a tutte le persone che vogliono cimentarsi nella scrittura e non sanno da dove iniziare...Io ho iniziato da qui! :)
Naddoum Ishbiliyy
Naddoum Ishbiliyy
2018-03-07T22:14:10+0000
Un buon corso introduttivo, improntato sull'interazione con i partecipanti attraverso un approccio informale. Gli spunti offerti, sia teorici sia pratici, fanno emergere la consolidata esperienza dell'associazione e la dedizione dei formatori, che mettono a disposizione le loro competenze in modo del tutto trasparente. Il focus su Erasmus+, quindi su progetti di base, ha il merito di avvicinare il mondo dei finanziamenti europei ai non addetti ai lavori e di far capire come questo non sia così distante né inaccessibile.
Irene La Manna
Irene La Manna
2018-02-27T19:18:12+0000
Altamente consigliato! Con un giusto equilibrio tra teoria e pratica, i formatori preparati e disponibili ti guidano verso la comprensione del mondo dell'europrogettazione. Dal corso mi sono portata a casa chiarezza e ispirazione. Grazie Mille!
Anna Tagliabue
Anna Tagliabue
2018-02-27T17:14:33+0000
I formatori sono molto preparati grazie a anni e anni di esperienza in progetti europei. Il corso di tre giorni affronta in modo molto completo la progettazione di scambi giovanili con Erasmus + ma da anche una visione generale sugli altri progetti. Ci sono parti teoriche e pratiche, e devo dire che alla fine del corso sono convinta che con l'impegno e il tempo giusto, potrei scrivere un progetto Erasmus +. è stato bello vedere un'associazione così impegnata nel sociale e con tanta voglia di fare, la Joint ha una grande rete sia in Italia che nel mondo e si vede che chi insegna ha fatto tanta esperienza sul campo!
Elisa Sangiovanni
Elisa Sangiovanni
2018-02-27T16:16:21+0000
Il corso è ben strutturato, nonostante sia condensato in soli tre giorni, ed in più è a un'ottimo prezzo. I formatori scrivono costantemente progetti quindi sono molto preparati e molto chiari nell'affrontare i diversi temi. Lo consiglio molto soprattutto per l'approccio pratico e le capacità concrete che il corso fornisce (dà le basi per creare, scrivere e presentare un progetto all'Unione Europea), cosa che di solito non si trova negli altri corsi di europrogettazione. Durante il corso è prevista una parte pratica di ideazione di un progetto e alla fine del corso viene data la possibilità di scriverne uno e presentarlo con l'appoggio della stessa Associazione.