fbpx
Europrogettazione

Cooperazione Territoriale Europea (FESR)

La Cooperazione Territoriale Europea è un’iniziativa finanziata dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, e fa parte della politica di coesione promossa dall’Unione Europea dal 1990. Nel settenario 2014-2020 per la prima volta questa iniziativa è entrare a far parte delle azioni finanziate dal FESR, con l’adozione di un Regolamento specifico sulle azioni di cooperazione territoriale. Questa pratica è stata mantenuta anche con lo stanziamento dei fondi europei dal nuovo bilancio 2021-2027.

Cooperazione Territoriale Europea

La Cooperazione Territoriale Europea ha come obiettivi:

  • la risoluzione dei problemi che trascendono i confini nazionali e richiedono una soluzione comune;
  • lo sviluppo congiunto delle potenzialità dei diversi territori.

Nella nuova programmazione pluriennale 2021-2027 l’Unione Europea ha stanziato circa 8 miliardi di EUR per la Cooperazione Territoriale Europea, e ha previsto la suddivisione dell’iniziativa in quattro componenti:

  1.  Cooperazione transfrontaliera (Interreg A);
  2. Cooperazione transnazionale (Interreg B);
  3.  Cooperazione interregionale (Interreg C);
  4.  Cooperazione delle regioni ultraperiferiche (Interreg D).

La maggior parte dei fondi (72,2%) sarà destinata alla cooperazione transfrontaliera terrestre e marittima.

Beneficiari dell’iniziativa

In linea di principio tutte le frontiere terrestri interne ed esterne dell’UE, come pure le frontiere marittime (regioni separate da un massimo di 150 km o, nel caso delle regioni ultraperiferiche, da più di 150 km), possono ricevere sostegno attraverso la componente della cooperazione transfrontaliera.

La cooperazione interregionale coprirà l’intero territorio dell’Unione europea.

Le regioni ultraperiferiche possono combinare in un unico programma di cooperazione azioni di cooperazione a livello sia transfrontaliero che transnazionale.

I paesi terzi possono inoltre partecipare a programmi di cooperazione. In tali casi, lo strumento europeo di vicinato (ENI) e lo strumento di assistenza pre-adesione (IPA II) possono essere utilizzati anche per finanziare azioni di cooperazione.

Azioni di intervento

I fondi destinati hanno un ambito di intervento molto ampio. L’obiettivo comune rimane quello di costruire un’Europa più verde, più connessa (digitalmente), più sociale, e più vicina ai suoi cittadini, che sia allo stesso tempo anche più sicura.

L’approvazione dei programmi di Cooperazione Territoriale è ancora in corso. I primi verranno approvati comunque entro la fine dell’anno 2021.

La Cooperazione Territoriale Europea è un’ottima opportunità per associazioni, enti, istituzioni, imprese su tutte le regioni italiani, in quanto rappresentano una fonte di finanziamento vicina alle persone e al territorio e, allo stesso tempo, permetto a questi territori di aprirsi verso l’Europa, su un livello internazionale.

Se i Fondi FESR e altre opportunità di finanziamento rientrato nei tuoi interessi di apprendimento, partecipa a un Master di Europrogettazione e impara a conoscere tutte le novità del Bilancio settenale 2021-2027 con le relative fonti di finanziamento europeo.

share